Frasi, citazioni e aforismi sul sindaco

Sindaco - Aforisticamente
Sindaco - Aforisticamente

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul sindaco. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulle elezioni, gli elettori e il voto, Frasi, citazioni e aforismi sulla politica e Frasi, citazioni e aforismi sul leader e la leadership.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul sindaco

Tutti si credono capaci di fare il sindaco.
(Jules Renard, scrittore e sindaco)

Non si conosce il sindaco vecchio finché non viene il sindaco nuovo.
(Proverbio)

Se hai un nemico fallo sindaco.
(Proverbio)

Sindaco: capo espiatorio.
(Anonimo)

Allora se dobbiamo deturpare l’italiano per creare sindaca, assessora e avvocata, quando corro chiamatemi atleto.
(Chinonmuore1, Twitter)

Io ho paura di un sindaco i cui errori saranno sempre colpa di qualcun altro.
(Fragmentarius)

“Lei è scemo!”
“Come si permette? Io sono il sindaco!”
“E allora è un sindaco scemo!”.
(Totò nel film “Totò a colori”)

Il vero privilegio di essere sindaco sta nella possibilità di essere il vicino di casa di tutti.
(Thomas Menino)

Quella di sindaco è una carica che deve sembrare tanto più bella in quanto non c’è altro compenso né guadagno che l’onore di esercitarla.
(Michel de Montaigne)

Come sindaco devo preoccuparmi della buona manutenzione delle strade di campagna: come poeta preferirei che fossero trascuratissime.
(Jules Renard, scrittore e sindaco)

Fare il sindaco richiede passione, studio, profondo senso etico e un’azione basata su una visione che tenga conto di una conoscenza che permetta di programmare e realizzare azioni basate su decisioni ponderate e sempre orientate al Bene Comune.
(Luigi Di Marco e Paolo Pagani)

La quantità delle relazioni che un sindaco deve tenere è elevatissima, cittadini, partiti, associazioni, scuole, parrocchie, altri enti di ogni ordine e grado. Ci vorrebbe un bel po’ di tempo per elencare tutte le relazioni che un sindaco ha, e sono convinto che ne tralascerei qualcuna.
Fare il sindaco è bello, ma non è sicuramente semplice, soprattutto oggi.
(Riccardo Nocentini)

Quando gli oneri della presidenza sembrano insolitamente gravi, rammento sempre a me stesso che potrebbe essere peggio. Potrei essere un sindaco.
(Lyndon B. Johnson)

Questo è il buono-benzina offerto da Cetto La Qualunque! Fate il pieno di democrazia, 10 euro ce li mette il vostro candidato, votate il vostro sindaco!
(Dal film Qualunquemente)

L’elezione diretta del sindaco è forse la sola vera riforma istituzionale realizzata negli ultimi trent’anni in Italia. Da quando Craxi ha lanciato il tema delle grandi riforme, da quando Bossi ha chiesto la riscrittura federalista della Costituzione, da quando Berlusconi persegue l’idea di una repubblica autopresidenziale, l’unica vera innovazione scritta e applicata è stata l’elezione del sindaco da parte dei suoi concittadini, approvata per legge dal parlamento nel 1993. Da allora i sindaci governano per mandato degli elettori e non più per investitura dei partiti.
(Gaetano Sateriale)

E’ strano questo mestiere di sindaco. Ti danno prima la laurea, poi cominciano gli esami veri…
(Gaetano Sateriale)

Il sindaco è chiamato ad ascoltare molti cittadini, deve anche un po’ confessare coloro che si rivolgono a lui per tante questioni, anche non strettamente pubbliche. Vi sono le disavventure e le asprezze della vita, le ingiustizie patite.
(Renato Zangheri, sindaco di Bologna, intervistato da Enzo Biagi)

Fare il sindaco è la più bella esperienza della mia vita politica. Se potessi lo farei per tutta la vita. Spero che tra dieci anni la gente di questa città, quando mi vedrà passare per strada, dica: “Quest’uomo ci ha fatto del bene”.
(Walter Veltroni)

“Voi siete il sindaco” disse l’opinione pubblica a Peppone “e dovete andare a vedere di cosa si tratta. Se avete paura è un’altra cosa. Però, quando uno ha paura, invece di fare il sindaco è meglio che faccia un altro mestiere”.
(Giovannino Guareschi, Don Camillo e Peppone)

In ogni paese c’è una orrenda casa moderna. L’ha progettata un geometra, figlio del sindaco. (Dino Risi)

Pravettoni candidato sindaco! L’imprenditore proclama: Milano, sto arrivando! E la città scappa. Il Duomo viene trovato a 20 km di distanza mentre tenta di farsi passare per un fienile!
(Walter Fontana)

Da piccolo volevo diventare sindaco o ministro. Crescendo ho capito che le uniche figure pubbliche per cui ero portato erano quelle di merda.
(Darioloc81, Twitter)

Mamma, ti avessero detto “Scegli: o diventi mamma o Sindaco” avresti avuto dubbi? – Assolutamente no. Anzi avrei fatto molti più parcheggi
(fedeok7, Twitter)

È vero che il sindaco di Tortona potrebbe essere una ciliegina?
(Alessandro Bergonzoni)

Fare il sindaco non è un lavoro da grigi burocrati destinati a una carriera sicura. È un’esperienza che si nutre di passione e di commozione. E che incrocia la vita negli snodi più delicati. Vale la pena viverla, sperando che sia un piccolo passo nel lungo cammino che serve per ridare dignità alla politica.
(Matteo Renzi)

Ogni angolo della città deve scatenare un sentimento in chi vuol fare il sindaco. Altrimenti ha sbagliato mestiere. Potrà ragionare di culture politiche, discutere sulle grandi riforme. Magari sarà il più colto dei deputati o il più elegante tra i senatori. Ma non potrà mai fare il sindaco.
(Matteo Renzi)

Può provare a fare il primo cittadino solo chi crede che amministrare sia davvero un’estensione del verbo amare.
(Matteo Renzi)

Vogliamo essere cittadini o solo consumatori? Per un sindaco è un tema centrale. Non sei l’amministratore delegato di un’azienda o di un condominio. Sei il custode pro tempore dei sogni di una comunità.
(Matteo Renzi)

Qual è il colmo per un sindaco? Avere un’intelligenza fuori dal comune…
(Anonimo)

Il sindaco chiuso da ore nel suo studio con i fedelissimi. Due specchi.
(Anonimo)

Qualsiasi cosa facciano le donne devono farla due volte meglio degli uomini per essere apprezzate la metà.
Per fortuna non è una cosa difficile!
(Charlotte Witton, sindaco di Ottawa)