Frasi sagge e divertenti tratte dal film Il Re Leone

Il Re Leone - Aforisticamente
Il Re Leone - Aforisticamente

Il Re Leone (in lingua originale “The Lion King”), uscito nel 1994, racconta la storia di “Simba”, un cucciolo di leone che è l’erede al trono. Simba deve affrontare molte sfide dopo l’uccisione di suo padre Mufasa da parte di suo zio paterno Scar.

Anche se Il re leone è un stato creato per i bambini, tutti possono ancora godersi questo film pieno di amore, tradimenti, perdono e tanta avventura. Il re leone occupa un posto speciale nel cuore di molti.

Presento una raccolta di frasi sagge e divertenti tratte dal film Il Re Leone. Tra i temi correlati Le 50 frasi più belle dei cartoni animati, Le frasi più belle di Peter Pan e Le frasi più belle di Alice nel paese delle meraviglie.

**

Frasi sagge e divertenti tratte dal film Il Re Leone

Simba: Papà,siamo amici vero?
Mufasa: Certo.
Simba: E staremo sempre insieme vero?
Mufasa : Simba, lascia che ti dica una cosa che mio padre disse a me. Guarda le stelle, i grandi Re del passato ci guardano da quelle stelle .
Simba: Davvero ?
Mufasa: Si, perciò quando ti senti solo, ricordati che quei Re saranno sempre li per guidarti; e ci sarò anch’io .

Mufasa: Guarda, Simba. Tutto ciò che è illuminato dal sole è il nostro regno.
Simba: Wow…
Mufasa: Il periodo di reggenza di un re sorge e tramonta come il sole. Un giorno, Simba, il sole tramonterà su tuo padre e sorgerà con te come nuovo re.

Mufasa: Tutto ciò che vedi coesiste grazie a un delicato equilibrio. Come re, devi capire questo equilibrio e rispettare tutte le creature, dalla piccola formica alla saltellante antilope.
Simba: Ma papà, noi non la mangiamo l’antilope?
Mufasa: Sì, Simba, ma lascia che ti spieghi. Quando moriamo i nostri corpi diventano erba, e le antilopi mangiano l’erba, e così siamo tutti collegati nel grande cerchio della vita.

Sii coraggioso solo quando devi esserlo. Essere coraggiosi non significa andare in cerca di guai.
I’m only brave when I have to be. Being brave doesn’t mean you go looking for trouble.
(Mufasa)

Mentre altri cercano quello che possono prendere, un vero re cerca quello che può dare.
(Mufasa)

Mufasa [ultime parole]: Scar… fratello… aiutami!
Scar [lo afferra per le zampe e lo guarda in modo completamente malvagio]: Lunga vita al re! [lo lascia cadere dal precipizio e in mezzo alla mandria di gnu]

Devi scappare Simba. Scappa. Scappa lontano e non tornare mai più.
(Scar)

La morte di Mufasa è una terribile tragedia… ma perdere Simba, che si era appena affacciato alla vita, per me è una grave perdita personale. Perciò è con la morte nel cuore che quest’oggi salgo al trono. Ma dalle ceneri di questa tragedia, non disperate, perché sorgerà l’alba di una nuova era, nella quale leoni e iene lavoreranno insieme per costruire un grande, glorioso futuro!
(Scar)

Timon: Senti, ragazzo. Le cose brutte accadono e tu non puoi fare nulla per evitarle. Giusto?
Simba: Giusto.
Timon: Sbagliato! Quando vedi che il mondo ti volta le spalle, non devi far altro che voltargli le spalle anche tu.
Simba: Non è ciò che mi hanno insegnato.
Timon: Credo tu debba avere un altra lezione. Ripeti con me: Hakuna Matata.
Simba: Cosa?
Pumbaa: Hakuna Matata, vuol dire senza pensieri.

Hakuna matata, ma che dolce poesia!
Hakuna matata, tutta frenesia!
Senza pensieri la tua vita sarà
chi vorrà vivrà in libertà
Hakuna matata!

Simba: Hakuna Matata?
Pumbaa: È il nostro motto.
Simba: Che cos’è un motto?
Timon: Niente. È un matto col botto. [ridendo con Pumbaa]

Pumbaa: Ti sei mai domandato cosa siano quei lumicini lassù?
Timon: Pumbaa, io non mi faccio domande. Io le cose le so!
Pumbaa: Oh! E che cosa sono?
Timon: Sono delle lucciole. Lucciole che sono rimaste attaccate a quella grande cosa nero bluastra!
Pumbaa: Oh sì? Io ho sempre pensato che fossero masse gassose che bruciano a miliardi di chilometri di distanza!
Timon: Pumbaa, tutto quello che pensi lo trasformi in gas!
Pumbaa: Simba, tu che cosa ne pensi?
Simba: Ph, ecco… proprio non saprei…
Pumbaa: Su, avanti, Simba, non farti pregare!
Simba: Una volta qualcuno mi ha detto che i grandi Re del passato ci guardano e proteggono da lassù.

Rafiki: Chi sei tu?
Simba: Credevo di saperlo. Ora non ne sono più tanto sicuro…

– Simba: Conoscevi mio padre?
– Rafiki: Errore io conosco tuo padre.
– Simba: Beh mi spiace ma lui è morto.
– Rafiki: No lui è vivo invece e se vuoi ti porto da lui.
– Simba: Ma quello non è mio padre sono io riflesso nel lago.
– Rafiki: Guarda meglio, vedi lui vive in te.

Il passato può fare male. Ma a mio modo di vedere dal passato puoi scappare… oppure imparare qualcosa.
[The past can hurt. But from the way I see it, you can either run from it, or learn from it.]
(Rafiki)

Credi in te stesso e verrà un giorno in cui gli altri non avranno altra scelta che credere con te.
[Believe in yourself and there will come a day when others will have no choice but to believe with you]
(Mufasa)

E’ il cerchio della vita che muove tutti noi tra disperazione e speranza, tra fede e amore finché non troviamo il nostro posto.
[It’s the Circle of Life and it moves us all, through despair and hope, through faith and love, ‘til we find our place on the path unwinding.]
(Mufasa)

Scar [mentre Simba si aggrappa alla Rupe dei Re per non cadere]: Ma guarda, questo mi ricorda qualcosa… dov’è che l’ho già vista questa scena? Ah, sì, adesso me lo ricordo! Tuo padre aveva la stessa espressione quando è morto! [afferra per le zampe Simba] E adesso ti dirò io il mio piccolo segreto… ho ucciso io Mufasa.
Simba [ha un improvviso ricordo e, furioso per la rivelazione, salta addosso a Scar]: Assassino!!!
Scar: No, Simba, ti prego…
Simba: Dì a tutti la verità!
Scar: La verità? Ma la verità è sempre relativa… [Simba lo soffoca per costringerlo a confessare] Va bene… va bene… sono stato io.
Simba: Così non possono sentirti!
Scar: Io ho ucciso Mufasa!

Nala: No no no, Scar è suo zio!
Timon: La scimmia è suo zio?
Nala: No, Simba sta tornando per sfidare Scar e prendersi il Regno!

Simba: Assassino.
Scar: Simba, Simba, abbi pietà. Ti scongiuro.
Simba: Tu non meriti di vivere.
Scar: Simba. Io… faccio parte… della tua famiglia. Sono state le iene. Sono loro il vecchio nemico. La colpa è loro. Loro hanno avuto l’idea.
Simba: Perché dovrei crederti? Finora non mi hai mai raccontato altro che bugie.
Scar: Che cosa hai intenzione di fare? Non vorrai uccidere il tuo vecchio zio?
Simba: No, Scar. Io non sono come te.
Scar: Oh Simba, grazie! Che nobile gesto, mi farò perdonare, te lo prometto. Come posso sdebitarmi con te? Dimmi, farò tutto ciò che vuoi.
Simba: Vattene. Vattene, Scar, e non tornare mai più.
Scar: Sì… Sarà fatto. Come desiderate… Vostra Maestà! [getta un tizzone ardente sugli occhi di Simba e i due iniziano a combattere]

Scar [ultime parole]: No, no, la-lasciatemi spiegare. No, no, non capite… Non volevo dire… No, no… credetemi… [cerca di giustificarsi, ma le iene gli saltano addosso e cominciano a divorarlo]