Frasi, citazioni e aforismi sul disgusto e la nausea

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul disgusto e la nausea. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sul disprezzo, Frasi, citazioni e aforismi sui misantropi e gli asocialiFrasi, citazioni e aforismi sulle persone e Frasi, citazioni e aforismi sulla volgarità.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul disgusto e la nausea

Nausea

Dimmi cosa ti disgusta e ti dirò chi sei. Le nostre personalità non servono a niente, le nostre inclinazioni sono una più banale dell’altra. Solo le nostre repulsioni ci dicono chi siamo veramente.
(Amélie Nothomb)

Sono offeso da come va il mondo − dalla volgarità delle masse.
(Ennio Flaiano)

Le azioni migliori hanno spesso viscere disgustose.
(Paul Rée)

La Nausea non è in me: io la sento laggiù sul muro, sulle bretelle, dappertutto attorno a me. Fa tutt’uno col caffè, son io che sono in essa.
(Jean-Paul Sartre)

Lo sguardo della gente non osserva ma analizza
l’ipocrisia che c’è nell’aria emana una gran puzza
mi dà la nausea
(Fabri Fibra)

E’ possibile affogare nel nulla e avere la nausea di tutto?
(Charles Bukowski)

Il Nulla ha vomitato l’Essere. La domanda di Leibniz – perché esiste qualcosa piuttosto che il nulla? – ha dunque una risposta: per nausea.
(Maurizio Manco)

Non ho gusti difficili.
Ho disgusti facili.
(AntoFirstLady, Twitter)

È la gente, non il mare, a nausearmi, ma temo che la scienza debba ancora trovare un rimedio a questo mio disturbo.
(Albert Einstein)

A volte improvvisamente mi prende alla gola… come il soffocamento della stupidità altrui e provo un senso di nausea per i gesti dei miei simili. Non sempre questa nausea è disinteressata.
(Giorgio Gaber)

Questo posto non mi piace. Decisamente non lo amo. La società in cui vivo mi disgusta; la pubblicità mi nausea; l’informazione mi fa vomitare.
(Michel Houellebecq)

Esiste una sorta di nausea fisica che proviamo nei confronti di chiunque non sia noi stessi. Fino a che punto ciò dipende dalla nostra autoconsapevolezza? Proveremmo la stessa nausea se incontrassimo noi stessi, ma camuffati e non riconoscibili sul momento?
(Elias Canetti)

A ogni dato istante ho sempre provato nausea per me stesso, e la somma di ognuno di questi momenti è la mia vita.
(Cyril Connolly)

Siete malato di amor proprio, Malvolio, e questo vi fa guardare ogni cosa con disgusto.
(William Shakespeare)

Chi ama, se non si propone quello che è il vero e giusto scopo dell’amore, è uno che si mette in mare al solo fine di patire la nausea.
(John Donne)

Sposarsi significa fare il possibile per venirsi a nausea reciprocamente.
(Arthur Schopenhauer)

Talvolta si vorrebbe essere cannibali, non tanto per il piacere di divorare il tale o il talaltro, quanto per quello di vomitarlo.
(E.M. Cioran)

Mi sento come se avessi vomitato il mondo e ora volessi ringoiarlo.
(Friedrich Hebbel)

L’uggia del “non accade nulla” viene sempre sconfitta dal disgusto di ciò che finalmente accade.
(Francesco Burdin)

La vecchia catena infinita fatta di amore, poi tolleranza, indifferenza, avversione e infine disgusto.
(Samuel Beckett)

Se l’uomo percepisce la verità in uno stato di coscienza, vedrà ovunque solo la miseria e l’assurdità della vita… e un grande disgusto lo assalirà.
(Friedrich Nietzsche)

I 5 sensi sono: il senso di colpa, il senso di nausea, il senso unico, il non ha senso, il mi fai senso.
(orporick, Twitter)

Di solito mi chiedono di dichiarare che “Il mondo è bello” quelli che me lo hanno fatto venire a nausea.
(Stanisław Jerzy Lec)

Piacere, il ribrezzo è mio.
(andreapoles79, Twitter)

Chi oggi non ha cuore, bocca e occhi pieni di nausea?
(Friedrich Nietzsche)

A volte, senza che me lo aspetti o che me lo debba aspettare, mi attanaglia la gola il soffocamento della banalità e ho la nausea fisica della voce e dei gesti del cosiddetto mio simile.
(Fernando Pessoa)

A volte, quando alzo la testa stanca dai libri nei quali segno i conti altrui e l’assenza di una vita mia, avverto una sorta di nausea fisica che forse deriva dalla posizione curva, ma che trascende i numeri e la delusione. La vita mi disgusta come una medicina inutile.
(Fernando Pessoa)

La Nausea mi lascia un breve respiro. Ma so che ritornerà: è il mio stato normale. Soltanto, oggi il mio corpo è troppo esausto per sopportarla. Anche i malati hanno delle felici debolezze che gli tolgono per qualche ora la coscienza del loro male.
(Jean-Paul Sartre)

Credo solo in due cose, il sesso e la morte, solo che dopo la morte non ti viene la nausea.
(Woody Allen)

Sentì non per la prima volta il sapore lanoso di una nausea dell’animo.
(Stephen King)

Che abiezione, che schifo, che senso di vomito sentirci crescere dentro quella stessa viltà e quell’impotenza che abbiamo disprezzato negli altri.
(Albert Camus)

Non so se è possibile correggersi dei propri difetti, ma so che si può essere presi dal disgusto delle proprie qualità quando le si ritrova negli altri.
(Jules Renard)

Vedo uomini sposati che fanno i cascamorti pure coi termosifoni e provo una lieve nausea nei confronti del sesso a cui appartengo.
(Pao_lost, Twitter)

Me la rido disgusto.
(Sonopazzaio, Twitter)

Nella mia scala immaginaria ci sono milioni di gradini; agli antipodi l’amore e il disgusto. Non l’odio, quello è solo amore incazzato.
(Lapostrofoaura, Twitter)

Le lacrime sono l’unico fluido corporeo che non provoca disgusto. Al contrario, in genere, sono le azioni che le hanno indotte a provocarlo.
(Guidofruscoloni, Twitter)

I nostri disgusti? Deviazioni del disgusto di noi stessi.
(E.M. Cioran)

Quello che per qualcuno è un conato di vomito per altri è “fidanzata”
(140caratteracci, Twitter)

Disgusto: forma diluita, acquosa, dell’odio
(Gheorghe Grigurcu)

In giro ce n’è per tutti i disgusti.
(sonopazzaio, Twitter)

Adesso invece mi veniva la nausea di fronte a quei quadretti disgustosi dei quali trent’anni fa io stesso facevo parte.
(Thomas Bernhard)

La saturazione: c’è un momento in cui ci si arriva, in quel posto che si chiama vita, e allora basta una goccia per far traboccare la coppa del disgusto.
(Charles Augustin de Sainte-Beuve)

– Ho la nausea.
– Sei incinta?
– No, è la tua faccia.
(Noebasta, Twitter)

C’è un’incostanza che deriva dalia leggerezza o dalla debolezza d’animo, che induce ad accettare tutte le opinioni altrui, e ce n’è un’altra, più scusabile, che deriva dalla nausea delle cose.
(François de La Rochefoucauld)

Attento al disgusto; è un altro male incurabile; un morto vale più di un vivo disgustato di vivere.
(Alfred de Musset)

Quelli che non sono curiosi: ciò che sanno li disgusta di ciò che ignorano.
(Albert Camus)

Gli oggetti son cose che non dovrebbero commuovermi poiché non sono vive. Ci se ne serve, li si rimette a posto, si vive in mezzo ad essi: sono utili, niente di più. E a me, mi commuovono, è insopportabile. Ho paura di venire in contatto con essi proprio come se fossero bestie vive. Ora me ne accorgo, mi ricordo meglio ciò che ho provato l’altro giorno, quando tenevo quel ciottolo. Era una specie di nausea dolciastra. Com’era spiacevole! E proveniva dal ciottolo, ne son sicuro, passava dal ciottolo nelle mie mani. Sì, è così, proprio così, una specie di nausea sulle mie mani.
(Jean Paul Sartre)

Non bisogna riflettere troppo sul valore della Storia. Si corre il rischio di esserne disgustati.
(Jean-Paul Sartre)

La nausea metafisica ci fa singhiozzare dei perché.
(Jean Rostand)

Gli amori muoiono di disgusto, e l’oblio li seppellisce.
(Jean de La Bruyère)

Dove finisce l’amore comincia il disgusto.
(Lev Tolstoj)

Quando condanniamo le altre pratiche, che sono state in uso fin dai tempi più antichi, come perversioni, cediamo a un indubbio senso di disgusto, che ci tiene lontani dall’accettare simili scopi sessuali. I limiti per questo sentimento di disgusto sono però, spesso, soltanto convenzionali.
(Sigmund Freud)

Amare qualcuno è tenergli la testa sul catino quando vomita e non provare disgusto.
(Henry de Montherlant)

Quello che a uno piace, all’altro mette nausea.
(Proverbio)